Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Doppietta etiope a Roma con le vittorie di Megertu e Heyi

Post 07 Aprile 2019 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Foto Francesco Petacchiola/Fidal Foto Francesco Petacchiola/Fidal

La ventiduenne etiope Alemu Megertu ha vinto la venticinquesima edizione della ACEA Maratona Internazionale di Roma migliorando il record del percorso con 2:22’52”, tempo con il quale ha migliorato di appena un secondo il precedente primato della gara della russa Galina Bogomolova stabilito nel 2008. Il tempo di Megertu è stato per pochi minuti anche il primato mai realizzato sul suolo italiano prima del 2:22’25” realizzato da Vivian Kiplagat a Milano.
Megertu ha polverizzato inoltre il record personale di 2:28’08” realizzato nel 2018 a Shanghai. L’Etiopia ha monopolizzato la maratona capitolina piazzando tre atleti sul podio sia nella gara maschile sia in quella femminile. Alle spalle di Megertu si sono piazzate nell’ordine Muhluhabt Tsega (2:26’41”) e Chaltu Negesse (2:30’41”). Layla Soufyane è stata la migliore delle italiane in quarta posizione in 2:34’54” nella sua prima maratona dopo la maternità.

Megertu e Tsega sono partite forte transitando al 10 km in 33’45” e ai 21 km in 1h11’11” in perfetta tabella di marcia per battere il record del percorso. Megertu ha sferrato l’allungo decisivo al 35 km. “Il meteo non mi ha creato problemi. Devo ringraziare il mio manager per tutto quello che ha fatto per me. Dio mi ha aiutato a vincere questa maratona. Sono veramente fortunata. Ho spinto molto fino all’arrivo perché credevo nel record. Con i soldi vinti mi comprerò una casa e un’automobile”, ha dichiarato Megertu.

Tripletta etiope anche al maschile con Tebalu Zawude Heyi, primo in 2:08’37” davanti Tesfa Worneth (2:09’17”) e Yiuhilign Adane (2:09’53”). Daniele Meucci si è ritirato al 33 km per problemi allo stomaco dopo aver corso la prima metà gara in 1:05’04”.

La pioggia ha condizionato i passaggi nella prima parte della gara non particolarmente veloci (15’18” al 5 km, 30’29” al 10 km, 46’07” al 15 km e 1h04’57” ai 21 km). La gara è entrata nel vivo al 32 km quando sono rimasti in cinque a giocarsi la vittoria finale: Zawude Heyi, Workneth, Adane, Babo e Teshome. Heyi ha piazzato l’allungo decisivo al 36 km involandosi verso il traguardo ai Fori Imperiali. “Sono felicissimo. Non mi aspettavo di vincere. E’ stata una gara difficile perché i sampietrini erano molto scivolosi per la pioggia. Volevo un crono da 2h07’ ma le condizioni non erano favorevoli. Vengo da Addis Abeba e ho due bambini. Voglio dedicarmi molto a loro in futuro”, ha dichiarato Tebalu Zawude Heyi.

Sei qui: Home Doppietta etiope a Roma con le vittorie di Megertu e Heyi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione