Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Marius Kipserem cerca il bis a Rotterdam

Post 03 Aprile 2019 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Marius Kipserem Marius Kipserem Foto: Giancarlo Colombo


Il trentenne keniano Marius Kipserem cerca il bis alla NN Rotterdam Marathon tre anni dopo la prima affermazione della sua carriera nella città portuale olandese quando si impose in 2:06:11. Kipserem si mise in luce per la prima volta a livello internazionale quando vinse alla Maratona di Milano nel 2013 in 2h09’50”. Nela sua carriera Kipserem ha vinto anche due edizioni della Maratona di Eindhoven sempre in Olanda nel 2016 in 2h08’00” e nel 2017 in 2h06’43” e la prima edizione della maratona di Abu Dhabi lo scorso Dicembre in 2:04:04 su un percorso più corto di 100 metri.

Kipserem lotterà per la vittoria contro atleti che hanno vinto maratone internazionali nel corso del 2018. L’atleta etiope più quotato é Woldaregay Gezahegn Kelkile, che nel 2018 ha migliorato il personale con 2:05:56 nell’edizione dell’anno scorso della Maratona di Rotterdam e ha vinto a Francoforte in 2:06:37. Gli altri nomi di spicco sono Tsegaye Mekonnen (2:04:32 a Dubai), Markos Geneti (2:04:54), Emanuel Saina (vincitore a Buenos Aires in 2:05:21) e Elijah Kemboi (primo alla maratona di Sydney). Il cast comprende un totale di sei atleti con un personale al di sotto delle 2h06. Il migliore europeo è il belga Koen Naert, campione europeo di maratona lo scorso Agosto a Berlino in 2:09:51.

L’atleta olandese più importante in gara è il top runner di origini somale Abdi Nageeye, che debuttò in maratona a Rotterdam nel 2015 ed è diventato il primo atleta di casa al traguardo a scendere al di sotto delle 2:10 con il 2:09:36 realizzato nell’edizione della Maratona di Rotterdam del 2017. L’altro olandese Khalid Choukoud punta a migliorare il record personale di 2:10:52.

Lo scorso anno si impose Kenneth Kipkemoi in 2:05:44. Il record della corsa è detenuto da Duncan Kibet con 2:04:27 nel 2009. Eliud Kipchoge scrisse il suo nome nel pretigioso albo d’oro della maratona di Rotterdam vincendo nel 2014 in 2:05:00.

La Maratona di Rotterdam ha fatto registrare nella sua storia i due record del mondo del portoghese Carlos Lopes nel 1985 (2:07:12) e dell’etiope Belayneh Dinsamo nel 1988 (2:06:50).

Il nome di spicco della gara femminile è l’etiope Ashete Bekele Dido, vincitrice alla Maratona di Valencia in 2:21:40. Dido dovrà vedersela con Sentayehu Lewetegn (personale di 2:22:45), l’ex primatista mondiale dei 5000 metri Elvan Abeylegesse (2:29:30), Stella Barsosio (2:23:43), la statuninetse Kellyn Taylor (2:24:39) e la svizzera Fabienne Schlumpf, che debutta in maratona dopo aver vinto la doppia medaglia d’argento europea sui 3000 siepi a Berlino e nella corsa campestre a Tilburg nel 2018.

Tegla Loroupe stabilì il record mondiale della maratona femminile nel 1998 con 2:20:47 e si impose per tre volte nella città olandese. Lo scorso anno si impose Visiline Chepkoech con 2:23’47”.

Per l’Italia sarà presente Giovanna Epis, che è scesa sotto le 2:30 in carriera in occasione della maratona di Siviglia del 2018 con 2h29’41”. La veneziana ha avvicinato il record personale sulla maratona sulla mezza maratona con 1:12:29 a Napoli.

Circa 17000 partecipanti sono attesi sul percorso che parte dal Ponte di Erasmo e si conclude al Coolsingel, il cuore pulsante della Maratona di Rotterdam.

Sei qui: Home Marius Kipserem cerca il bis a Rotterdam

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione