Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Maximaratona

Molla e Chepngetich battono il record del percorso a Dubai

Post 25 Gennaio 2019 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
La vincitrice Ruth Chepngetich (foto organizzazione) La vincitrice Ruth Chepngetich (foto organizzazione)

Il venticinquenne etiope Getaneh Molla ha vinto la ventesima edizione della Standard Chartered Dubai Marathon migliorando di 26 secondi il record del percorso e la prestazione più veloce di sempre al debutto sulla distanza con 2:03’34” in condizioni climatiche ideali. Il tre volte campione etiope dei 5000 metri ha stabilito il primo tempo al di sotto delle 2:04’ nella storia della Maratona di Dubai diventando il sesto di sempre sulla distanza: è la terza volta consecutiva che a Dubai cade il record del percorso. 

Molla ha un record personale di 12’59”58” sui 5000 metri stabilito a Bruxelles la scorsa estate e si è classificato quinto ai Mondiali di mezza maratona di Valencia 2008.  Il connazionale Herpassa Negasa si è classificato secondo demolendo il precedente record personale di 2:09’24” e l’ottava migliore prestazione di sempre con 2:03’40”. Asefa Mengistu ha completato il podio tutto etiope classificandosi terzo con 2:04’24”. Lo svizzero di origini eritree Abraham Tadese (vice campione europeo di maratona a Berlino), si è classificato decimo e primo degli europei in 2:09’50”.

Un gruppo di 14 atleti comprendente i tre pacemaker è transitato al passaggio alla mezza maratona in 1:01’43”. Il ritmo forsennato ha fatto le prime “vittime” illustri, come i favoriti Guye Adola e Lemi Berhanu e Ibrahim Jeylan, tutti costretti al ritiro dopo il 21 km. La gara si è decisa al 35° km quando Molla e Negasa sono rimasti da soli a giocarsi la vittoria finale. I due etiopi erano in tabella di marcia per correre al di sotto delle 2:03’20” ma il ritmo è calato leggermente (lo split al 36 km in 3’06” è stato il più lento di tutta la gara). Il rallentamento ha permesso ad Asefa Mengistu di riavvicinarsi ai primi due, ma Molla e Negasa sono riusciti a staccarlo definitivamente al 40 km (passaggio in 1:57’16”). Molla ha sferrato l’attacco decisivo ad un miglio dalla fine prendendo un piccolo vantaggio su Negasa, che non è riuscito a reagire. Molla ha incrementato il vantaggio e ha tagliato il traguardo con sei secondi di vantaggio.

La gara femminile

Straordinaria anche la gara femminile dove la keniana Ruth Chepngetich ha stabilito il record della manifestazione con 2:17’08”. Nella storia soltanto Paula Radcliffe (attuale primatista del mondo con 2:15’25”) e Mary Keitany (2:17’01”) hanno corso più velocemente di Chepngetich, che ha demolito di oltre due minuti il record del percorso di 2:19’17”. La keniana (vincitrice alla Stramilano Half Marathon nel 2017) aveva un record personale di 2:18’35” realizzato a Istanbul lo scorso autunno. Chepngetich ha spezzato l’egemonia etiope nella gara femminile che resisteva dal 2006. La seconda classificata Workenesh Degefa ha battuto il record etiope della tre volte campionessa olimpica Tirunesh Dibaba di 15 secondi fermando il cronometro in 2:17’41” (quarta migliore prestazione all-time). L’unica gara della storia nella quale due donne erano scese sotto le 2:18’ era stata la Maratona di Londra nel 2017. L’etiope Workenesh Edesa ha completato il podio con 2:21’05”.
Dopo un 2018 con undici atlete al di sotto delle 2:20’ si preannuncia un altro anno da record.

Sei qui: Home Molla e Chepngetich battono il record del percorso a Dubai

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione