Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Adola e Chepngetich favoriti alla Maratona di Dubai

Post 24 Gennaio 2019 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Guye Adola con Ruth Chepngetich Guye Adola con Ruth Chepngetich Giancarlo Colombo

La stagione delle grandi maratone internazionali inizia venerdì mattina con la Standard Chartered Dubai Marathon dopo la straordinaria edizione dell’anno scorso nella quale i primi sei scesero al di sotto delle 2h04’15” nella gara maschile e le prime quattro tagliarono il traguardo con tempi inferiori alle 2h20’ nella competizione femminile.

L’edizione del 2019 presenta quattro atleti con un personale al di sotto delle 2h05’ e due atlete con un record inferiore alle 2h20’. Il favorito della gara maschile è l’etiope Guye Adola, che è salito sulla ribalta internazionale alla Maratona di Berlino nel Settembre 2017, quando ha fermato il cronometro in 2h03’46” alle spalle dell’attuale primatista mondiale Eliud Kipchoge stabilendo la miglior tempo di sempre mai realizzato al debutto sulla distanza dei 42 km. Adola cercherà di riscattare la delusione per il ritiro per problemi fisici all’ultima Maratona di Francoforte.

I connazionali Asefa Mengistu e Sisay Lemma tornano a Dubai, dove lo scorso anno migliorarono il record personale correndo rispettivamente in 2h04’06” e 2h04’08” ma non riuscirono a salire sul podio classificandosi rispettivamente al quarto e al quinto posto. Mengistu arriva da una recente vittoria alla Maratona di Seul di due mesi fa, mentre Lemma si è imposto a Lubiana nello scorso Ottobre in 2h04’58”.

Un atleta che torna a Dubai dopo aver scritto la storia recente della Maratona di Dubai è Lemi Berhanu, che vanta il successo nel 2015 in 2h05’18” e il secondo posto nel 2016 con il record personale di 2h04’33”. L’esperto etiope arriva a Dubai forte del recente successo a Hengshui nel Settembre 2018 in 2h08’51”. Una sorpresa potrebbe arrivare da Emmanuel Saina, che ha vinto la Maratona di Buenos Aires in 2h’5’21” nel 2018.

A livello europeo è da seguire lo svizzero di origini eritree Tadesse Abraham, che ha vinto la medaglia d’oro agli Europei sulla mezza maratona ad Amsterdam 2016 e l’argento nella maratona agli Europei di Berlino 2018. Tadese vanta un personale di 2h06’40” stabilito tre anni fa a Seul.

Dubai ha una ricca storia di atleti, che al debutto sulla maratona hanno fatto registrare grandi prestazioni cronometriche. In questa edizione correranno due debuttanti come Ibrahim Jeylan e Getaneh Molla, che proveranno a correre su grandi tempi dopo aver scritto pagine importanti del mezzofondo prolungato negli ultimi anni. Jeylan vinse il titolo mondiale sui 10000 metri a Daegu 2011 battendo Mo Farah. Dopo aver corso poco negli ultimi due anni il ventinovenne etiope si è classificato quinto a Groningen e sesto al Giro di Trento.

Getaneh Molla ha vinto il titolo etiope dei 5000 metri sui 5000 metri negli ultimi quattro anni, l’argento ai Campionati Africani sui 5000 metri e si è classificato quinto ai Mondiali di mezza maratona di Valencia nel 2018.

La gara femminile è stata dominata dalle etiopi nelle ultime dodici edizioni, ma il Kenya potrebbe spezzare questa egemonia, perché la principale protagonista è Ruth Chepgngetich, che arriva a Dubai con il recente primato personale di 2h18’35” realizzato a Istanbul.

Un’atleta che vanta grandi risultati nelle recenti edizioni della maratona di Dubai è l’etiope Worknesh Degefa, che ha vinto al debutto nel 2017 in 2h22’36” e si è classificata quarta lo scorso anno in 2h19’37” in una delle più grandi gare della storia.

 Le altre protagoniste annunciate sono l’etiope Sintayehu Lewetegn Hailemichael, che ha migliorato il personale con 2h22’45” a Francoforte, la vincitrice della Maratona di Roma Rahma Tusa, la medaglia di bronzo dei Mondiali di Daegu 2011 Sharon Cherop e l’ex mezzofondista Tigist Assefa (atleta con un personale di 1’59”24 sugli 800 metri).

L’anno scorso la maratona di Dubai ha fatto registrare i record del percorso sia a livello maschile sia a livello femminile. Sette uomini sono scesi sotto le 2h05’ e quattro donne hanno corso tempi inferiori alle 2h20’”, ha dichiarato il Direttore della Maratona di Dubai Peter Connerton.

Sei qui: Home Adola e Chepngetich favoriti alla Maratona di Dubai

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione