Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Maximaratona

Melese batte il record del percorso alla Maratona di Shanghai

Post 19 Novembre 2018 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Yebrgual Melese Yebrgual Melese Foto: Giancarlo Colombo

La ventottenne etiope Yebrgual Melese ha vinto la diciannovesima edizione della Shanghai International Marathon fermando il cronometro in un eccellente 2h20’37”, tempo con il quale ha migliorato il precedente record della manifestazione detenuto da tre anni dalla connazionale Tigist Tufa con 2h21’52”. 

Melese è scesa in carriera al di sotto delle 2h20’ in occasione della maratona di Dubai dello scorso Gennaio, dove fermò il cronometro in 2h19’36”.

Dopo passaggi in 35’30” al 10 km e in 1h06’30” al 20 km sono rimaste in tre a giocarsi la vittoria finale al 25 km. Melese ha sferrato l’attacco decisivo dopo il 36 km involandosi verso il primo successo della sua carriera in maratona. Otto delle prime dieci classificate hanno migliorato il record personale. La connazionale Azmera Abreha Gidey si è migliorata di oltre tre minuti fermando il cronometro in 2h21’51” davanti alla keniana Betty Lempus, che a sua volta ha demolito il suo personal best di quasi sei minuti con 2h23’41”.

Per la prima volta nella storia della Maratona di Shanghai l’Etiopia ha vinto sia la gara maschile sia quella femminile. La gara maschile ha visto due atleti accreditati di un record personale al di sotto delle 2h05’ giocarsi la vittoria finale negli ultimi 100 metri. Il ventunenne Abdiward Tura (vincitore alla Maratona di Milano e settimo alla Maratona di Dubai in 2h04’44”) si è imposto in 2h09’20” precedendo il connazionale Tsegaye Mekonnen con lo stesso tempo in un incredibile arrivo allo sprint. Il keniano Dickson Tuwei si è classificato al terzo posto in 2h09’21”.

Il gruppo di testa composto da una decina di atleti è transitato al 5 km in 15’25”, al 10 km in 30’47”, al 20 km in 1h01’21” e al 30 km in 1h32’12”. La gara a quel punto è diventata tattica e i sette atleti ancora in lizza per la vittoria hanno dato vita ad un appassionante testa a testa nei chilometri finali. Con l’avvicinarsi dell’arrivo all’interno dello Shanghai Stadium l’obiettivo non era quello di battere il record del percorso detenuto dal keniano Paul Lonyangata con 2h07’14” ma di vincere la gara. Mekonnen (autore della migliore prestazione mondiale di sempre a livello under a Dubai con 2h04’32”) è stato il primo a lanciare l’attacco seguito da Tura e Tuwei. Negli ultimi metri all’interno dello stadio Tura ha superato in volata Mekonnen cogliendo il secondo successo in questa stagione dopo il 2h09’04 realizzato a Milano in Aprile. Solo otto secondi hanno diviso i primi sette classificati. L’ex primatista mondiale Dennis Kimetto ha completato la prima maratona degli ultimi due anni e mezzo classificandosi al decimo posto in 2h14’55”.

Mi aspettavo di poter scendere al di sotto delle 2h07’ ma il maltempo ha reso difficile la gara. Sono contento di aver vinto a Shanghai”, ha detto Tura dopo aver tagliato il traguardo.

Il primatista del mondo della maratona Eliud Kipchoge ha dato il via ai 38000 partecipanti in una mattinata fredda e piovosa. 

Sei qui: Home Melese batte il record del percorso alla Maratona di Shanghai

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione