Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Maximaratona

Keitany e Desisa conquistano New York Featured

Post 04 Novembre 2018 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(0 Voti)

La fuoriclasse keniana Mary Keitany e l’etiope Lelisa Desisa hanno trionfato alla Maratona di New York in una giornata soleggiata con una temperatura di 11°C.

 

Keitany si è confermata regina di New York in un ottimo 2h22’48”, vincendo per la quarta volta nella Big Apple. La trentaseienne keniana ha aggiunto l’ennesimo successo della sua straordinaria carriera dopo le tre affermazioni consecutive nel 2014, 2015 e 2016 superando nella classifica delle plurivincitrici di New York la britannica Paula Radcliffe, che si impose nel 2004, 2007 e 2008.  Nella storia della maratona statunitense soltanto la connazionale Margaret Okayo corse più velocemente in occasione della vittoria nel 2003 in 2h22’31”.

 

“Non ho voluto forzare il ritmo troppo presto all’inizio per non compromettere la parte finale della gara. Questa volta sono partita tranquilla con l’obiettivo di finire forte”, ha dichiarato Mary Keitany al traguardo.

 

Keitany ha costruito il successo con una seconda metà gara corsa in 1h06’58”, secondo miglior tempo mai registrato a New York nella seconda metà gara. Nei secondi 21 km ha corso 9’ più velocemente rispetto alla prima parte.

 

Keitany ha percorso gli ultimi 10 km in 31’33” e tra il 25° e il 35° km ha fatto registrare un parziale di 30’53”.

 

La vincitrice dell’ultima maratona di Londra Vivian Cheruiyot si è classificata seconda in 2h26’02” precedendo di venti secondi la vincitrice dell’anno scorso, Shalane Flanagan, terza in 2h26’22” con una gara in rimonta, e la primatista statunitense della mezza maratona e dei 10.000 metri, Molly Huddle (2h26’44”). Rama Tusa ha pagato lo sforzo per la partenza troppo forte terminando al quinto posto in 2h27’13”, davanti a Desirée Linden (2h27’51”).

 

“Sono orgogliosa di aver continuato a lottare fino alla fine, anche se ho avuto alcuni momenti di difficoltà. Amo molto la comunità dei corridori e correre a New York mi ha dato una sensazione incredibile”, ha commentato Shalane Flanagan

 

Il gruppo di testa comprendente nove atlete (Flanagan, Keitany, Cheruiyot, le etiopi Gudeta, la tre volte vincitrice della maratona di Roma, Tusa, e Daska e le statunitensi Huddle e Linden, vincitrice della maratona di Boston) è transitato alla mezza maratona in 1h15’49”. 

 

Keitany ha sferrato l’attacco decisivo al 28° km prendendo un vantaggio ormai incolmabile nei confronti delle avversarie. E’ transitata al 35 km in 1h59’16” con un parziale tra il 30 e il 35 km in 15’32” staccando Rahma Tusa di 1’49” e Vivian Cheruiyot di 1’56”. Con una frazione di 16’14” tra il 35 e il 40 km la vincitrice della maratona di Londra 2017 ha preso un vantaggio di 3’ su Cheruiyot transitando al 40 km in 2h15’29”.

 

Desisa vince a New York con il secondo miglior tempo nella storia della maratona di New York:

 

Lelisa Desisa ha fatto registrare il secondo miglior tempo nella storia della gara maschile a New York con 2h05’59” precedendo il connazionale Shure Kitata al termine di un testa a testa avvincente all’interno di Central Park. Solo Geoffrey Mutai ha fatto meglio sul difficile percorso dal Ponte di Verrazzano a Central Park, con il record della manifestazione di 2h05’06” nel 2011.

 

Desisa ha vinto finalmente a New York al quinto tentativo dopo un secondo posto nel 2014, due terzi posti nel 2015 e nel 2017 e un ritiro nel 2016. L’etiope ha percorso i primi 21 km in 1h03’57” e la seconda metà in 1h02’02”.

 

Il gruppo di testa comprendente Shura Kitata, Tamirat Tola, Lelisa Desisa, Geoffrey Kamworor, Daniel Wanjiru, il messicano Juan Luis Barrios e Festus Talam è transitato al 10 km in 30’48” e al 15 km in 45”47”.

 

Kitata ha preso un margine di vantaggio di 2” al 21 km (passaggio in 1’03’44”) nei confronti di Desisa, Kamworor, Tola e Talam. Un quintetto di testa con Kamworor, Kitata, Talam, Desisa e Tola è transitato compatto al 30 km in 1h30’20”.

 

Al 35° km sono rimasti in testa in quattro nel momento in cui Kamworor ha lanciato un primo attacco, di fronte al quale solo il campione uscente Desisa ha saputo rispondere. Kitata, vincitore a Roma e a Francoforte nel 2017 e secondo a Londra nel 2018, ha perso otto secondi nei confronti di Kamworor e Desisa al 40 km.

 

Nell’ultimo chilometro Kitata ha iniziato una clamorosa rimonta superando Kamworor e ha insidiato la prima posizione di Desisa arrivando a due soli secondi da Desisa, che con 2h05’59” è diventato il secondo maratoneta capace di scendere al di sotto delle 2h06’ a New York.

Kitata ha chiuso la gara in 2h06’01” davanti a Kamworor, che non ha ripetuto la gara dell’anno scorso ma ha fermato il cronometro in 2h06’24”. Più staccati Tamirat Tola, quarto in 2h08’30’ e Daniel Wanjiru (2h10’21).

 

“Sono molto soddisfatto di essere diventato il campione della maratona di New York. Ero già salito sul podio in questa gara, ma questa volta mi sono allenato ancora più duramente e finalmente è arrivato il mio giorno. Grazie New York”, ha dichiarato Lilesa Desisa.

 

Oltre 50.000 appassionati (tra questi 3.000 italiani) hanno preso parte alla più popolare maratona del mondo.

 

Chelimo e Sisson vincono gli USATF 5 km Championships a Central Park:

 

Il vice campione olimpico dei 5.000 metri di Rio de Janeiro 2016 e bronzo iridato di Londra 2017 Paul Chelimo ed Emily Sisson hanno vinto i Campionati americani dei 5 km su strada organizzati a New York alla vigilia della Maratona, nell’ambito dell’Abbott Dash to the Finish Line 5 km.

 

Con un allungo vincente negli ultimi 800 metri Chelimo ha tagliato il traguardo in 13’45” sfiorando di un secondo il record della manifestazione detenuto dal neozelandese Nick Willis dal 2013. Il mezzofondista statunitense di origini keniane ha preceduto allo sprint Shadrack Kipchirchir, con lo stesso tempo.

 

Emily Sisson ha vinto per la prima volta a New York tagliando il traguardo in 15’38”. Erika Kamp (laureata alla North Carolina State University e vincitrice di due titoli NCAA sui 5.000 metri), si è classificata seconda in 15’50” precedendo di 4” la terza classificata dell’ultima maratona di Tokyo, Amy Cragg.

 

Sei qui: Home Keitany e Desisa conquistano New York

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione