Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Kamworor e Flanagan difendono il titolo a New York, in forse Sara Dossena

Post 01 Novembre 2018 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)

Geoffrey Kamworor e Shalane Flanagan difenderanno il titolo vinto l’anno scorso alla TCS New York Marathon in programma domenica 4 novembre (con diretta su Eurosport e Rai Sport).

Geoffrey Kamworor ha conquistato il primo successo in una grande maratona internazionale in 2:10'53" battendo di 3 secondi il connazionale Wilson Kipsang al termine di un grande duello negli ultimi chilometri all’interno di Central Park. Nello scorso marzo il fuoriclasse keniano ha conquistato il terzo titolo mondiale consecutivo di mezza maratona a Valencia, che segue i precedenti successi di Copenaghen 2014 e di Cardiff 2016. E’ sceso tre volte al di sotto delle 2h07’ in maratona e vanta il record personale di 2:06’12” stabilito a Berlino nel 2012. Ha conquistato anche due titoli mondiali di corsa campestre di fila a Guyang 2015 e a Kampala 2017 e ha corso i 10000 metri nel 2015 a Eugene 2015.
Sono felice di correre ancora una volta alla New York City Marathon. E’ la mia gara preferita e mi sento davvero a casa a New York, anche se questa città dista migliaia di chilometri da Kaptagat, la mia base di allenamento”, ha affermato Kamworor.

Il cast comprende l’etiope Lelisa Desisa, due volte vincitore a Boston nel 2013 e nel 2015, il connazionale Shure Kitata, secondo a Londra nel 2018 in 2:04’49”, Tamirat Tola, terzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 sui 10000 metri e secondo nella maratona ai Mondiali di Londra 2017, il keniano Daniel  Wanjiru, primo a Londra nel 2017 in 2:05’48 e autore di un personale di 2:05’21” stabilito ad Amsterdam nel 2016, Shadrack Biwott, terzo a Boston nel 2018, e lo statunitense Abdi Abdirahman, quattro volte partecipante alle Olimpiadi. Il cinque volte campione del mondo Bernard Lagat debutterà in maratona a 43 anni dopo una scintillante carriera in pista illuminata dalla doppietta iridata sui 1500m e sui 5000m a Osaka 2007 e un totale di 11 medaglie mondiali sulle distanze dei 1500m, dei 3000m indoor e dei 5000m. Lo statunitense vinse due medaglie olimpiche sui 1500 metri (bronzo a Sydney 2000 e argento ad Atene 2004) quando gareggiava per il Kenya, suo paese di origine.

Shalane Flanagan ha interrotto la lunga astinenza di vittorie statunitensi a New York diventando la prima atleta di casa a trionfare a New York dal 1977, quando si impose Miki Gorman. Lo scorso anno la maratoneta statunitense tagliò il traguardo a Central Park in 2:26’53” precedendo la tre volte regina della Big Apple Mary Keitany. La vice campionessa olimpica della maratona di Rio de Janeiro 2016 non sarà l’unica grande specialista statunitense in gara domenica. Il cast annovera infatti Desirée Linden, vincitrice dell’ultima maratona di Boston sotto la pioggia, e Allie Kiefer, quinta a New York lo scorso anno. “Quando penso al mio ritorno alla New York Marathon, la mia memoria è piena di ricordi magici. Sento le farfalle nello stomaco e il mio cuore batte a mille. New York City è una città davvero speciale per me. Qui mi classificai seconda al mio debutto in maratona nel 2010 e ho vinto nel 2017”, ha affermato Shalane Flanagan.

Mary Keitany inseguirà il quarto successo nella Grande Mela a 36 anni. Nel 2016 la campionessa keniana trionfò in 2:24’26” con tre minuti e 34 secondi di vantaggio sulla seconda classificata diventando la prima maratoneta a vincere per tre volte a New York dai tempi dell’indimenticata top runner norvegese Grete Waitz. Nell’aprile 2017 Keitany ha vinto per la terza volta alla Maratona di Londra stabilendo il primato mondiale in una gara women-only (senza pacemaker maschili) con un formidabile 2:17’01”. Keitany si è aggiudicata due edizioni delle World Marathon Majors nel 2012 e nel 2016. “Sono rimasta delusa di non aver vinto l’anno scorso ma non ero al meglio della mia forma e Shalane Flanagan ha corso davvero molto forte. L’altra grande stella dell’atletica keniana Vivian Cheruiyot inseguirà la doppietta nelle due grandi maratone di Londra e New York dopo il trionfo dello scorso Aprile nella London Virgin Marathon in 2h18’31”. La mamma keniana ha vinto tutto quello che c’era da vincere in pista conquistando quattro titoli mondiali sui 5000m a Berlino 2009, sui 5000m e sui 10000m a Daegu 2011, sui 10000m a Pechino 2015 e l’oro olimpico a Rio de Janeiro 2016 oltre agli argenti a Cinque Cerchi sui 5000m a Londra 2012 e sui 10000 a Rio de Janeiro e al bronzo sui 10000m a Londra.

L’Etiopia schiera due top runner di assoluto valore come la campionessa mondiale in carica di mezza maratona di Valencia Netsanet Gudeta e Mamitu Daska, terza l’anno scorso a New York 2011 e due volte vincitrice a Francoforte nel 2011 in 2:21’59” e nel 2016 in 2:25’27”.

La trentatreenne bergamasca Sara Dossena, splendida sesta lo scorso anno in 2h29’39”, è in dubbio per un fastidio all’adduttore avvertito in occasione dei Campionati Italiani di mezza maratona di Foligno. In questa stagione l’atleta allenata da Maurizio Brassini si è classificata sesta agli ultimi Europei di Berlino con il record personale migliorato di quasi due minuti con 2h27’53”, che ha permesso all’Italia di vincere la medaglia d’argento a squadre. Al via ci saranno circa 3000 partecipanti italiani.

L’Italia è il secondo paese più rappresentato dopo gli Stati Uniti.

Sei qui: Home Kamworor e Flanagan difendono il titolo a New York, in forse Sara Dossena

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione