Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Paul Lonyangata a caccia del bis alla Maratona di Parigi

Post 06 Aprile 2018 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Paul Lonyangata Paul Lonyangata Foto: Giancarlo Colombo

Paul Lonyangata difenderà il successo conquistato l’anno scorso nella quarantaduesima edizione della Maratona di Parigi in programma Domenica 8 Aprile con partenza dagli Champs Elysées. Il corridore keniano si impose nella passata edizione stabilendo il record personale con 2h06’10” in una giornata trionfale per la sua famiglia, che vide sua moglie Purity Rionoripo conquistare il successo nella gara femminile con il record del percorso di 2h20’55”.

Lonyangata punta a diventare il primo atleta in grado di vincere due edizioni consecutive della Maratona di Parigi dai tempi della doppietta del britannico Steve Brace nel 1989 e nel 1990. Il venticinquenne keniano ha vinto anche le maratone di Lisbona nel 2013 e di Shanghai nel 2015 e la mezza maratona di Parigi del 2017 in 1h00’40”. Nel suo ultimo test agonistico si è classificato quinto nella classica di San Silvestro a Sao Paulo del Brasile nello scorso Dicembre.

L’altro protagonista in grado di lottare per il successo sarà il keniano Eliud Kiptanui, che si mise in luce sulla scena internazionale con la vittoria a sorpresa alla maratona di Praga in 2h05’39”, prestazione migliorata negli anni successivi con 2h05’21” nel 2015 in occasione del secondo posto a Berlino. Più di recente Kiptanui ha vinto la maratona di Ottawa 2017 in 2h10’14 e si è classificato quinto a Valencia lo scorso Novembre.

Il cast propone altri cinque atleti con un personale inferiore alle 2h07’. Si tratta dei keniani Mark Kiptoo (terzo ad Eindhoven nel 2015 in 2h06’00” e primo a Francoforte nel 2014 in 2h06’49”), Erick Ndiema (terzo ad Amsterdam 2011 in 2h06’07” e terzo a Parigi nel 2013 in 2h06’34”, a 24 secondi dal personale stabilito nel 2011), Matthew Kisorio (secondo a Valencia 2015 in 2h06’33”), Micah Kogo (quarto a Chicago in 2h06’56” nel 2013 e bronzo sui 10000 metri alle Olimpiadi di Pechino 2008), dell’etiope Limenih Getachew (secondo a Parigi nel 2014 in 2h06’49”). Attenzione anche all’etiope Yitayal Atnafu, che ha realizzato il personale lo scorso anno proprio sulle strade della “Ville Lumière” con 2h07’21” e si è classificato secondo a Houston lo scorso Gennaio in 2h09’07”, ad Asbel Kipsang, sesto a Parigi l’anno scorso in 2h08’29” e primo alla Napoli Half Marathon dello scorso 4 Febbraio in 1h00’12”, ad Ernest Ngeno, secondo a Gyeogui in 2h07’49 e a Tariku Bekele, bronzo olimpico dei 10000 metri a Londra 2012 e fratello del celebre Kenenisa, vincitore a Parigi al debutto in maratona nel 2014 in 2h05’04”. In tutto 13 atleti hanno un personale al di sotto delle 2h08’.

La gara femminile vedrà come favorite l’etiope Amane Gobena, seconda a Tokyo in 2h21’51” nel 2016 e vincitrice a Mumbai lo scorso Gennaio e la ventiquattrenne keniana Ruth Chepngetich, vincitrice alla maratona di Istanbul lo scorso Novembre al debutto in 2h22’36 e vincitrice della Stramilano Half Marathon 2017 in 1h07’42”. Da tenere d’occhio anche le etiopi Koren Jelila (prima a Toronto nel 2011 in 2h22’43”), Gulume Tolesa Chala (prima a Francoforte nel 2015 in 2h23’12”), la keniana Betsy Saina (quinta alle Olimpiadi di Rio 2016 sui 10000 metri con il record personale di 30’07”78), Abebech Afework (ottava a Dubai nel 2015 in 2h23’33” e seconda ad Amsterdam nel 2016), Ashete Bekele (nona a Dubai 2015 in 2h23’43” e seconda a Seul l’anno scorso), Marta Lema Merga (seconda a Xiamen 2016 in 2h24’32”) e alla rappresentante del Barhein Desi Mokonin (ottava a Dubai 2018 in 2h24’05”).

La gara femminile inizierà esattamente 16 minuti e 36 secondi prima rispetto a quella maschile, ovvero la differenza tra il tempo del vincitore dell’anno scorso Paul Lonyangata (2h06’10”) e la migliore prestazione (2h22’36”) di Ruth Chepngetich, l’atleta accreditata del miglior tempo tra le iscritte.

Circa 45000 corridori sono attesi alla partenza agli Champs Elysées.
Lo scorso anno la maratona di Parigi fece registrare 42000 maratoneti arrivati al traguardo. Soltanto New York e Chicago hanno saputo fare meglio a livello mondiale.

Sei qui: Home Paul Lonyangata a caccia del bis alla Maratona di Parigi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione