Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Maximaratona

Fukuoka, il norvegese Moen stabilisce il record europeo di maratona

Post 03 Dicembre 2017 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)

La stagione delle maratone internazionali si è conclusa con il botto nell’ultima grande maratona di livello mondiale dell’anno a Fukuoka dove il ventisettenne norvegese Sondre Nordstad Moen si è imposto stabilendo il record europeo della distanza con un eccellente 2:05’48”, tempo con il quale ha mancato di soli 30 secondi il record del percorso detenuto dall’etiope Tsegaye Kebede con 2h05’18”.
Moen ha migliorato il precedente primato continentale della distanza di 2:06’36” detenuto in comproprietà dal francese Benoit Zwierzchlewski (Parigi 2003) e dal portoghese Antonio Pinto (in occasione del successo a Londra nel 2000). Moen ha costruito il successo correndo la seconda metà gara in 1:02’29, più velocemente rispetto alla prima parte (1:03’19”).

Il norvegese allenato dal tecnico piemontese Renato Canova ha firmato la prima prestazione della storia per un atleta non africano al di sotto delle 2:06’. Moen debuttò in maratona a Firenze nel 2015 dove si classificò quarto in 2h12’54”. Nel corso del 2017 ha vinto la maratona di Hannover in 2:10’07” lo scorso aprile e ha stabilito la seconda migliore prestazione europea di sempre sulla mezza maratona con 59’48” a Valencia (solo Mo Farah ha fatto meglio con 59’32”).

“Ero fiducioso di poter correre in 2:07’ o in 2:06’ ma non mi sarei mai aspettato di fermare il cronometro in 2:05’. Le condizioni climatiche erano ottime e i pacemaker hanno svolto un ottimo lavoro. Nei chilometri finali avevo ancora molte energie in corpo. Tra il 36° e il 37° km ho sentito alcuni dolori ma ho cercato di tenere un ritmo regolare. Al 40° km (passaggio in 1:59’23) ero fiducioso di battere il record europeo. Era la prima volta che correvo una maratona con sei fusi orari di differenza rispetto al mio paese ed è stata una buona esperienza in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. La mia prossima maratona potrebbe essere la gara degli Europei di Berlino”, ha dichiarato al traguardo Moen.

La gara è entrata nel vivo al passaggio in 30 km in 1:30’08” quando le lepri hanno abbandonato la compagnia e sono rimasti in cinque a giocarsi la vittoria finale: Moen, Stephen Kiprotich, Suguru Osako, Bedan Karoki e Amanuel Mesel. Karoki ha preso l’iniziativa. L’unico a tenere testa al keniano è stato Moen.

Lo scandinavo ha staccato il favorito Bedan Karoki al 36° km prendendo un vantaggio di 12 secondi. Moen ha continuato ad aumentare il suo gap nei chilometri finali. Era dal 2005 che un corridore europeo non si imponeva nella classica nipponica. Nei chilometri finali Karoki è stato superato da Kiprotich e da Osako.

Moen ha preceduto l’ugandese Stephen Kiprotich (campione olimpico a Londra 2012 e mondiale a Mosca 2013), che ha tagliato il traguardo in seconda posizione in un ottimo 2:07’10”, secondo miglior tempo della sua carriera. Il giapponese Suguru Osako è salito sul terzo gradino del podio in 2:07’19” (quinto miglior tempo nazionale all-time precedendo il vice campione del mondo di mezza maratona e di cross Bedan Karoki (2h08’44”).  Mesel si è classificato al quinto posto scendendo sotto le 2h10 con 2h09’22” davanti al sorprendente giapponese Daisuke Uekado, sesto in 2h09’27” (record personale migliorato di tre minuti)) e all’altro atleta di casa Yoshiki Takenouchi (2h10’01). Lo stakanovista delle maratone Yuki Kawauchi ha perso il contatto con i primi al diciassettesimo chilometro ma ha concluso tra i primi dieci in nona posizione in 2h10’53”. 

“Ho dato tutto oggi. I primi due classificati erano troppo forti ma i miei allenamenti stanno procedendo bene. Se continuo ad allenarmi bene, posso progredire ancora”, ha dichiarato Suguru Osako. 

Sei qui: Home Fukuoka, il norvegese Moen stabilisce il record europeo di maratona

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione