Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Maximaratona

Tsegaye, Kiprotich e Karoki favoriti alla maratona di Fukuoka

Post 02 Dicembre 2017 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Maratona di Fukuoka Maratona di Fukuoka Giancarlo Colombo

Yemane Tsegaye difenderà il successo della passata edizione alla settantunesima edizione della Maratona di Fukuoka (IAAF Gold Label). Il maratoneta etiope ha stabilito il record personale con 2h04’48” alla Maratona di Rotterdam e ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di Pechino 2015. Nel corso del 2017 si è classificato dodicesimo alla Maratona di Boston in 2h16’47” e non ha terminato la gara dei Mondiali di Londra.

I principali avversari di Tsegaye saranno l’ugandese Steven Kiprotich e il keniano Bedan Karoki. Kiprotich ha vinto le medaglie d’oro alle Olimpiadi di Londra 2012 e ai Mondiali di Mosca 2013 e ha stabilito il record personale di 2h06’33” in terra giapponese alla maratona di Tokyo nel 2015. Nella sua ultima maratona si è classificato secondo ad Amburgo in 2h07’31”.

Karoki, che vive e si allena in Giappone, ha debuttato in maratona lo scorso Aprile con un ottimo terzo posto alla Maratona di Londra in 2h07’41”. Vanta eccellenti personali di 26’52”12 sui 10000 metri in pista e di 59’10” nella mezza maratona e due argenti ai Mondiali di cross di Guyang nel 2015 e di mezza maratona di Cardiff 2016. Ha partecipato alle ultime due edizioni dei Giochi Olimpici e agli ultimi tre Mondiali sui 10000 metri.

Gli altri protagonisti a livello internazionale saranno il keniano Lani Rutto (personale di 2h06’48”), l’eritreo Amanel Mesel (2h0’17”) e il norvegese Sondre Nordstad Moen (autore di un eccellente 59’47” alla mezza maratona di Valencia).

Non poteva mancare lo stakanovista giapponese Yuki Kawauchi, che ha disputato sette edizioni della maratona di Fukuoka con due terzi posti in 2h09’05” nel 2013 e in 2h09’11” come migliori risultati.

Un po' di storia:

Prima dei campionati mondiali di atletica, organizzati nel 1983, la Maratona di Fukuoka, che parte e arriva dallo stadio Heiwadai, era considerata la gara con più qualità.

Nel 1967 l’australiano Derek Clayton vinse in 2h09’36”, allora migliore prestazione mondiale. Altra pietra miliare 2h08’18” il 6 dicembre 1981 di un altro “aussie”, Robert De Castella. In quella gara fu quarto Gianni Poli, con il nuovo record italiano di 2h11’19”. Gianni migliorò 2h11’45” stabilito da Giuseppe Cindolo proprio a Fukuoka (e con identico quarto posto!) il 7 dicembre 1975. In occasione della gara, per Poli fu coniato il termine di “samurai”.

Il calendario mondiale è sempre più affollato di gare, ma il fascino della gara nipponica ha tenuto nel tempo. Così, scorrendo l’albo d’oro, si incontrano i nomi di Frank Shorter, Toshihiko Seko, Juma Ikangaa ma anche quello di Haile Gebrselassie, che, in un’edizione memorabile, innescò un mille in 2’47” verso il 35° chilometro per staccare l’ucraino Baranovskyi.

Sei qui: Home Tsegaye, Kiprotich e Karoki favoriti alla maratona di Fukuoka

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione