Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Kitwara stabilisce il miglior tempo di sempre alla maratona di Valencia

Post 21 Novembre 2017 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(0 Voti)
 Sammy Kitwara al traguardo Sammy Kitwara al traguardo valenciaciudaddelrunning.com

Il trentunenne kenyano Sammy Kiprop Kitwara ha vinto la Maratona di Valencia (IAAF Gold Label Race) stabilendo il miglior tempo mai realizzato su suolo spagnolo con 2h05’15”. Kitwara ha migliorato il precedente record all-comers di quasi minuto stabilendo la settima migliore prestazione mondiale dell’anno.

La trentatreenne etiope Aberu Mekuria Zennebe si è aggiudicata la gara femminile in 2h26’17 migliorando il quarto posto della precedente edizione. La maratona africana ha preceduto la bielorussa Volha Mazuronak di 57 secondi.

Nella gara maschile il gruppo di testa guidato da cinque pacemaker è partito a ritmi molto sostenuti transitando in 14’54” al 5 km, in 29’46” al 10 km, in 44’41” al 15 km e in 1h02’46” al 21 km, tempo che lasciava presagire un possibile attacco al record del percorso di 2h06’13”. Dieci atleti (iclusi i favoriti Evan Chebet, Emmanuel Mutai e Sammy Kitwara) hanno raggiunto il 25 km in 1h14’32”. Mutai, l’atleta accreditato del tempo più veloce tra i partenti, è stato il primo a perdere terreno dopo il 25 km. Il ritmo è cresciuto tra il 25 e il 30 km (split di 14’38”), quando Kitwara è andato a condurre riducendo il gruppo di testa da dieci a cinque atleti (Kitwara, Chebet, Aderu Kuma Lema, Deribe Roba Melka e l’eritreo Samule Tsegay).

Kitwara e Chebet hanno accelerato al 33 km e sono passati al 35 km in 1h44’18” con un vantaggio di 45 secondi sul precedente primato su suolo spagnolo.

Kitwara ha sferrato l’attacco decisivo al 39 km e ha aumentato il suo vantaggio su Chebet negli ultimi tre chilometri. Con il 2h05’15” di Valencia Kitwara ha stabilito il secondo miglior tempo della sua carriera dopo il 2h04’28” realizzato a Chicago tre anni fa. Dopo aver percorso la prima parte in 1h02’46” Kitwara ha fatto registrare il negative split nella seconda metà gara percorsa in 1h02’29”. La vittoria è un bel regalo di compleanno anticipato per Kitwara, che compirà il trentaduesimo compleanno settimana prossima. Chebet ha migliorato il record personale di un secondo in seconda posizione con 2h05’30”. Melka ha preceduto di sei secondi Lema in terza posizione chiudendo in 2h06’38”. Ben sei atleti sono scesi sotto le 2h08’00”, una cifra da record per una gara su suolo spagnolo.

Nella gara femminile il gruppo di testa formato dalle etiopi Aberu Mekuria e da Aynalem Teferi, dalle keniane Winnie Jepkorir, Polline Njeru, Noemi Chepkorir e dalla campionessa europea di mezza maratona Sara Moreira è passato al 10 km in 34’19” con un vantaggio di 26 secondi sull’ex marciatrice Voha Mazuzorak. Dopo un passaggio alla mezza maratona in 1h12’53” Mekuria è stata l’unica a reggere il ritmo delle pacemaker, mentre Mazurorak ha iniziato la sua rimonta nella seconda metà gara che le ha permesso di superare Jepkorir di quattro secondi negli ultimi 500 metri e di acciuffare il secondo posto in 2h27’14” nella sua prima maratona stagionale.

Sei qui: Home Kitwara stabilisce il miglior tempo di sempre alla maratona di Valencia

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione