Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Maratona di Chicago 2017: Abel Kirui e Florence Kiplagat pronti a difendere il titolo

Post 07 Ottobre 2017 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(0 Voti)
Maratona di Chicago 2017: Abel Kirui e Florence Kiplagat pronti a difendere il titolo Abel Kirui (Foto: Giancarlo Colombo)

Si preannuncia come da tradizione di alto livello la Chicago Marathon giunta quest’anno alla sua quarantesima edizione. Abel Kirui e Florence Kiplagat difenderanno il titolo conquistato nel 2016 nella famosa maratona statunitense che fa parte del circuito Abbott World Marathon Majors, ma dovranno vedersela con avversari di altissimo livello. La gara femminile metterà di fronte la pluricampionessa olimpica e mondiale dei 5000m e dei 10000m Tirunesh Dibaba e la vincitrice delle ultime due edizioni della maratona della “Windy” City” Florence Kiplagat. Dibaba disputerà la terza maratona della carriera dopo l’eccellente terzo posto al debutto a Londra nel 2014 in 2h20’35” e il secondo posto in 2h17’56” fatto registrare lo scorso Aprile a Londra nella scia di Mary Keitany. Dibaba è una delle tre atlete in grado di scendere sotto le 2h18’ nel corso della storia e vanta sei titoli nelle grandi rassegne in pista (dei quali tre a livello olimpico) e il record del mondo sui 5000 metri con 14’11”15. Lo scorso Agosto ha conquistato la medaglia d’argento sui 10000 metri ai Mondiali di Londra alle spalle della connazionale Almaz Ayana.

Kiplagat ha stabilito il record del mondo sulla mezza maratona due volte nel 2014 con 1h05’12” e nel 2015 con 1h05’09”, tempo successivamente migliorato da Peres Jepchirchir nel 2017 a Ras Al Khaimah. La keniana vanta in carriera anche i titoli mondiali di cross nel 2009 e della mezza maratona nel 2010, due successi consecutivi nel 2015 e nel 2016 e un secondo posto nel 2014 alla maratona di Chicago, due vittorie alla maratona di Berlino nel 2011 (con il record personale di 2h19’44”) e nel 2013 oltre ad un secondo posto nel 2014 e un terzo a Londra nel 2016. Nell’edizione dell’anno scorso anno Kiplagat si impose a Chicago in 2h21’32” davanti alla connazionale e omonima Edna Kiplagat. Le altre protagoniste in grado di inserirsi nella lotta per le prime posizioni sono Valentine Kipketer, terza lo scorso anno a Chicago e prima ad Amsterdam nel 2013 con il record personale di 2h23’02”, Brigid Kosgei, prima alla maratona di Milano nel 2016 in 2h27’45” e la statunitense Jordan Hasay, terza a Boston all’esordio su questa distanza in 2h26’00”

La gara maschile vedrà al via l’etiope Feysa Lelisa e lo statunitense Galen Rupp, rispettivamente secondo e terzo alle Olimpiadi di Rio alle spalle di Eliud Kipchoge, il primatista mondiale Dennis Kimetto, che vanta il miglior tempo sulla distanza della storia con 2h02’57” a Berlino 2014, il due volte campione del mondo di Berlino 2009 e Daegu 2011 Abel Kirui e Stanley Biwott, vincitore della maratona di New York 2015 e secondo alla Maratona di Londra 2016 con il record personale di 2h03’51 e l’eritreo Zersenay Tadese, due volte primatista mondiale sulla mezza maratona con 58’23” e 58’30”. Tadese ha corso la amratona in 2h10’41” ma in occasione del Breaking 2 di Monza ha fermato il cronometro in 2h06’51”.

Kimetto si mise in luce vincendo l’edizione 2013 della maratona della città dell’Illinois stabilendo il record del percorso con 2h03’45” undici mesi prima di stabilire il record del mondo a Berlino. Dal 2014 Kimetto ha disputato quattro maratone realizzando come miglior risultato nel 2015 quando si classificò terzo a Londra in 2h05’50”. Nel 2016 non è andato oltre l’undicesimo posto a Londra in 2h11’44”, mentre quest’anno è stato costretto al ritiro a Boston lo scorso Aprile. Lilesa vanta un personale di 2h04’52” ma nell’unica maratona disputata quest’anno si è classificato dodicesimo a Londra in 2h14’12”. Di recente l’etiope si è classificato terzo alla Great North Run Half Marathon in 1h01’32”.

Le speranze statunitensi sono riposte su Galen Rupp, argento sui 10000 metri a Londra 2012 e bronzo nella maratona a Rio 2016 nelle due partecipazioni olimpiche. In maratona vanta un personale di 2h09’58” e un successo ai Trials statunitensi 2016 in 2h11’13. Lo scorso Aprile si è classificato secondo a Boston alle spalle di Geoffrey Kirui, che pochi mesi dopo si è aggiudicato il titolo mondiale a Londra.

Abel Kirui difende il titolo della maratona di Chicago conquistato lo scorso anno in 2h11’23” davanti al connazionale Dickson Chumba. Kirui ha conquistato due titoli mondiali consecutivi a Berlino 2009 e a Daegu 2011 e l’argento alle Olimpiadi di Londra 2012 alle spalle dell’ugandese Stephen Kiprotich. In carriera ha corso un personale di 2h05’04” a Rotterdam nel 2009.

L’obiettivo è vincere ancora. Ho svolto il mio ultimo lavoro lungo nei giorni scorsi. Tutto sta andando bene. Mi sono allenato svolgendo gli stessi programmi di Eliud Kipchoge. Ora mi trovo a Kaptagat dove mi segue Patrick Sang anche se sono ancora in contatto con Renato Canova. Del mio gruppo di allenamento fanno parte il vincitore della maratona di Amsterdam Bernard Kipyego e Ezekiel Chebii, Emmanuel Mutai e il campione del mondo di cross e di mezza maratona Geoffrey Kamworor”, ha detto Kirui in un’intervista a Run Blog Run.

La scorsa primavera Kirui ha sfiorato il podio alla maratona di Londra piazzandosi quarto in 2h07’45” alle spalle di Daniel Wanjiru, Kenenisa Bekele e Bedan Karoki. “A Londra la gara è andata bene. Non ho mai vinto a Londra e sogno ancora di poter vincere questa gara. Forse l’anno prossimo anno potrebbe essere l’anno giusto. Se corro bene a Chicago, mi piacerebbe correre a Londra”, continua Kirui. Gli altri atleti da seguire sono l’etiope Sisay Lemma (2h05’16” di personale), Ezekiel Chebii e Bernard Kipyego, entrambi accreditati di un personale da 2h06’. Chebii ha vinto l’ultima maratona di Lake Biwa in 2h09’06”, mentre Kipyego ha conquistato due edizioni della maratona di Amsterdam e ha un personale di 2h06’19” stabilito proprio in occasione del secondo successo nella maratona olandese.

Sei qui: Home Maratona di Chicago 2017: Abel Kirui e Florence Kiplagat pronti a difendere il titolo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione