Nomi, tempi, gare e classifiche dei maratoneti italiani a cura di Correre. Il mensile dedicato al mondo della corsa e a tutto ciò che lo riguarda. Notizie, dati e curiosità. Correre è in edicola o può essere acquistato attraverso abbonamento

Maximaratona

Cerca un atleta

Cerca una gara

Rotterdam: Kipchoge punta al record

Post 10 Aprile 2014 By Diego Sampaolo In Notizie
Rate this item
(1 Vota)
Indimenticabile: Valeria Straneo controlla il ritmo durante la maratona di Rotterdam 2012, al termine della quale stabilirà il record italiano con 2:23'44" Indimenticabile: Valeria Straneo controlla il ritmo durante la maratona di Rotterdam 2012, al termine della quale stabilirà il record italiano con 2:23'44" Giancarlo Colombo

Eliud Kipchoge è la stella annunciata della ABN Amro Marathon di Rotterdam in programma domenica 13 aprile nel grande giorno della specialità regina, con tre appuntamenti top: nella città portuale olandese, a Londra e a Vienna.

Kipchoge, campione mondiale nel 2003 a Parigi sui 5.000 m davanti a Hicham El Guerrouj e a Kenenisa Bekele, correrà la terza maratona della carriera. Un anno fa debuttò sulla distanza correndo in 2:05’30” ad Amburgo prima di migliorarsi notevolmente lo scorso settembre a Berlino con il secondo posto in 2:04’05” (sesta migliore prestazione di sempre) alle spalle di Wilson Kipsang Kiprotich, che lì stabilì il record del mondo (2:03’23”).

Il principale avversario di Kipchoge sarà il suo compagno di allenamenti Bernard Koech, che vanta un personale di 2:04’53 stabilito al debutto in maratona a Dubai, l’anno scorso, e un terzo posto alla maratona di Amsterdam dello scorso ottobre in 2:06’29”. Gli altri due atleti con un personale sotto il muro delle 2:06” sono Albert Matebor, terzo a Francoforte nel 2011 con 2:05’25” e Girmay Birhanu, che ha già corso una maratona quest’anno, a Dubai, in 2:05’49”.Un altro corridore da seguire sarà Bernard Kipyego, medaglia d’argento ai Mondiali di mezza maratona nel 2009 e autore di un personale di 2:06’29” in occasione del terzo posto a Chicago nel 2011 e di recente quinto classificato a Ras Al Kaimah nella mezza maratona in 59’47”

Sammy Kitwara, terzo a Chicago in 2:05’16” lo scorso ottobre, sarà la lepre di lusso che dovrà pilotare il gruppo di testa verso il record del percorso di 2:04’27” stabilito nel 2009 quando Duncan Kibet superò con lo stesso tempo il connazionale James Kwambai in un finale incredibile.

Un tracciato ricco di storia

Sul velocissimo percorso olandese sono stati battuti tre primati del mondo negli ultimi trent’anni. Il primo di questi record venne firmato dal mitico portoghese Carlos Lopes nel 1985. Lopes fu il primo atleta della storia capace di scendere sotto il muro delle 2:08’ con il tempo di 2:07’12”. Tre anni dopo, l’etiope Belayeh Dinsamo migliorò il record mondiale di Lopes di 22 secondi con 2:06’50”. Nel 1998 fu il turno di Tegla Louroupe, che fermò il cronometro in 2:20’47”, polverizzando il vecchio record della norvegese Ingrid Kristiansen che lo deteneva dal 1985 con 2:21’06”. .

Donne 

La ventitreenne etiope Abebesh Afework cercherà di migliorare il secondo posto della passata edizione, quando realizzò il personale correndo in 2:23’59. La principale rivale potrebbe essere la connazionale Goitetom Hailu, che ha un personale di 2:26’21” e ha vinto le maratone di Varsavia e Guangzhou.

 

Il record del percorso della gara femminile è stato realizzato due anni fa dall’etiope Tiki Gelana, che pochi mesi dopo la vittoria olandese  avrebbe vinto l’oro olimpico a Londra. La Gelana, in quella maratona di Rotterdam, precedette Valeria Straneo, nella memorabile giornata in cui l’alessandrina stabilì il primato italiano (2:23’44”).

Sei qui: Home Rotterdam: Kipchoge punta al record

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione